Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Sidebar". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-1". Impostare manualmente id a "sidebar-1" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Footer Widgets". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-2". Impostare manualmente id a "sidebar-2" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_deregister_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_register_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_enqueue_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196
Satisfiction » Una geografia profonda
Notice: Trying to get property of non-object in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: meta_post_keywords in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: wpzoom_sidebar in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/header.php on line 108

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 13

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 14
990x27_promo
Recensioni Autore: Barry Lopez / Galaad Edizioni / pp. 169 / € 14

Una geografia profonda

Recensione di Maria Caterina Prezioso
Una geografia profonda

Ci voleva Barry Lopez per non farmi mantenere la promessa fatta a me stessa di recensire solo autori italiani. Sono convinta, infatti, che anche da queste pagine serva dare spazio e vita a scritture nuove o consolidate nostrane  che nel puro stile Satisfiction meritano di essere annoverate in quelle letture da fare con il sottotesto “soddisfatti o rimborsati”.
Una geografia profonda è la prima antologia italiana di Barry Lopez. Il curatore Davide Sapienza sottolinea come questo libro nasca dopo scambi epistolari, conversazioni e suggestioni offerte da questo grande scrittore americano di paesaggi, di suggestioni e puntuali osservazioni fatte con il cuore e che puntano al cuore della natura, del paesaggio americano. Un paesaggio che come dichiara Davide Sapienza rappresenta l’America come non una frontiera da conquistare, ma un orizzonte da immaginare.
Barry Lopez ci conduce come un maestro, prendendoci per mano, attraverso il regno del mondo naturale, suggerendo come guida l’uso della immaginazione e della memoria. Il sentire il pianeta Terra come una forza vitale e di una bellezza quasi impronunciabile, come a volte suona la parola “verità”. Barry Lopez ci consiglia di saper ascoltare quello che la natura ci vuole narrare avviando un processo, un dialogo tra geografia interiore e geografia esteriore canalizzandole ad attivare in noi non solo capacità di ascolto, ma anche una capacità di osservazione che diviene contemplazione. “Non so se siete mai stati in pieno Artico durante l’estate … per più di due mesi il sole non cala mai sotto l’orizzonte…il sentimento di compassione creato dalla luce è quasi palpabile. Ogni attimo di luce sembra rubato a un tremendo inverno.” Quella stessa compassione che l’autore prova percorrendo strade americane in un particolare capitolo “Apologia”, quando si accosta e si ferma sul ciglio della strada per raccogliere quello che l’uomo ha reciso per noncuranza, altre vite che furono e “porto ognuno di loro lontano dall’asfalto, dove l’erba li può proteggere o accarezzare. Lo faccio per decenza credo.”
Barry Lopez ascolta la natura della quale noi stessi facciamo parte. Ma ci mostra anche le nostre responsabilità perché tra tutte le specie è sicuramente l’uomo ad avere un potere distruttivo che va letteralmente al di là della sua stessa comprensione e si chiede se “la pericolosità mortale di alcune cose prodotte dall’uomo, l’incompetenza dimostrata nell’immagazzinarle o nel cercare di disfarsene, l’incuranza con la quale quotidianamente si impiegano sostanze che minacciano la salute e l’indulgenza dei tribunali su questi argomenti … se la nostra non sia una pazza corsa verso la distruzione”. Questa consapevolezza ci occorre per riprendere il viaggio e arriviamo insieme a Lopez a vivere narrazioni incredibili. Una cosa è certa: il grembo terrestre ha bisogno di narratori, di scrittori e il paesaggio ha dentro se stesso l’impulso alla narrazione. “Su due cose si fonda il potere educativo e curativo della narrativa, ovvero la capacità di rimediare alla confusione dello spirito: l’abile invocazione di fonti incontrovertibili e la certezza dell’ascoltatore che non sia stato fatto uso d’ipocrisia o sotterfugi” Quest’ultimo semplice fatto è per Barry Lopez uno degli aspetti più grandiosi della storia olocenica dell’uomo.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 3778