Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Sidebar". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-1". Impostare manualmente id a "sidebar-1" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Footer Widgets". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-2". Impostare manualmente id a "sidebar-2" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_deregister_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_register_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_enqueue_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196
Satisfiction » Storie di fantasmi giapponesi
Notice: Trying to get property of non-object in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: meta_post_keywords in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: wpzoom_sidebar in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/header.php on line 108

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 13

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 14
990x27_promo
Extravaganze 18.02.2014

Storie di fantasmi giapponesi

di

Incredibile. Incredibile pensare che nel Giappone, chiuso in aristocratico eremitaggio sino alla fine del Periodo Edo (cioè al 1868, anno che segna il volatilizzarsi politico dei potentissimi “Shogun” Tokugawa) il Cinema, la più giovani delle Arti, abbia floridamente attecchito sin dai primi del Novecento. E tutto grazie ad un ricco imprenditore tessile, Inabata Katsuraro, che in una delle prime esplorazioni in Occidente (“hic sunt leones? No, non più) si era trovato a Lione ove- che belle le prestidigitazioni del Destino- aveva stretto amicizia con i fratelli Lumiere, arrivando a comprare da loro il primo “Cinématographe”, robotica Lanterna Magica. Già nel 1910, quella celluloidea, era una industria floridissima nella terra del Sol Levante. Ma il cinema muto giapponese differiva dal nostro per la figura del “Benshi”. Chi era costui? E’ presto detto: Il Benshi era un uomo di spettacolo, sovente più importante di quelli che si agitavano sullo schermo, dotato del potere di dar vita alle ectoplasmatiche figurine che uscivano dalla macchina di proiezione. Il Benshi si piazzava al lato della sala e, all’abbassarsi delle luci, dava una voce a tutti gli attori della pellicola proiettata: che si trattasse del ringhio minaccioso di un “ronin” o dello sfarfallio amoroso di una promessa sposa non aveva importanza: il Benshi, Maestro di Manovalanza Polmonare, doveva saper usare le corde vocali come un’arpa. Il grandissimo Akira Kurosawa nacque a Tokyo nel 1910. Tutti dediti alle ferree leggi che erano state dei samurai, i maschi della sua famiglia. Tutti, a parte Heigo, il fratello maggiore: un Benshi, appunto. Una meraviglia, per un bambino, avere un fratellone un po’ mago un po’ istrione, che ti consente di accompagnarlo a tutte le proiezioni della capitale a cibarti, non certo di pop-corn, ma di cavalcate oniriche. Purtroppo, nel 1932, con l’avvento del sonoro, i Benshi, agli occhi dell’industria risultarono inutili e vennero licenziati. Il fratello di Kurosawa, con nipponica coerenza, scelse di uccidersi: ma guardiamo bene le pellicole del fratellino Akira…Osservatele con attenzione, e vedrete Heigo sorridere benevolo…


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 3778