Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Sidebar". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-1". Impostare manualmente id a "sidebar-1" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Footer Widgets". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-2". Impostare manualmente id a "sidebar-2" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_deregister_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_register_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_enqueue_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196
Satisfiction » Sodoma
Notice: Trying to get property of non-object in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: meta_post_keywords in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: wpzoom_sidebar in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/header.php on line 108

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 13

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 14
990x27_promo
Recensioni Autore: Pasquale Vitagliano / Castelvecchi / pp. / €

Sodoma

Recensione di Nicola Vacca
Sodoma

La nostra è diventata una patria anale in cui tutti sodomizzano tutti. Non c’è espressione più efficace per rappresentare il declino e la decadenza della nostra Repubblica.

Pasquale Vitagliano scrive Sodoma, un romanzo forte di denuncia (pubblicato da Castelvecchi, che a nostro avviso dovrebbe migliorare la veste grafica). L’autore ripercorre, in maniera convincente, la storia politica più recente dell’Italia devastata dalla corruzione e dal clientelismo di una politica che da tempo ha smesso di occuparsi del bene comune.

Nel suo romanzo Vitagliano racconta le vicende di un ospedale pugliese (perché nel mondo della sanità la politica continua a fare i suoi affari più sporchi), dalla fine degli anni settanta a oggi.

Attraverso la storia di una famiglia l’autore racconta tutte le dinamiche clientelari di lottizzazione (la spartizione del potere e delle cariche tra i morotei e i lattanziani) che hanno contribuito a fare dell’ospedale un mostro a due teste con i piedi di argilla.

Nelle gestione dell’ospedale entra di prepotenza la politica che con i suoi artigli squarcia il corpo di quel diritto alla salute che viene umiliato e denigrato per fare posto a squallidi giochi di potere tra i vari partiti.

L’ospedale (e la sanità tutta) è la più potente macchina elettorale del paese. Sulla salute dei cittadini si gioca ogni giorno una partita che ha come obiettivo finale la spartizione del potere.

Nell’ospedale pugliese di Sodoma si consuma ogni giorno il malcostume di pratiche dissennate e clientelari.

«In quasi tutte le discussioni che si ascoltano – scrive Pasquale Vitagliano – c’è qualcuno che vuole incularsi qualcun altro o teme di essere inculato. Sembra che la società non sia più divisa tra padroni e servi ma tra sodomiti attivi e passivi. Non è un paradosso. Il linguaggio rivela la patria. Nella nostra patria attuale il principale rapporto tra gli uomini è quello di dominio, di assoggettamento, espresso letteralmente dal rapporto anale. nostra è diventata una patria anale. Fateci caso. È un’espressione che usano tutti senza pudore. La usano quelli di destra e quelli di sinistra. E addirittura gli omosessuali.

È un’espressione volgare, truce, che considero più disumana, nella sua accezione di sottomissione dell’altro, che sessualmente discriminante».

Vitagliano raccontando le vicende dell’ospedale pugliese e di tutti i misfatti politici che si consumano nei suoi reparti vuole dirci che se la patria dell’illegalità è Gomorra, quella della nostra inciviltà è Sodoma.

Dall’inizio degli anni settanta ai giorni nostri, Sodoma lo si può definire un romanzo di formazione di questa nostra Repubblica che muore ignominiosamente (come scrisse Mario Luzi in una bellissima poesia).

Pasquale Vitagliano è il cronista puntale di questa decadenza oscena che oggi ha raggiunto il suo apice.

In questa patria anale i sodomiti del malaffare sono, e saranno per molto tempo ancora, in servizio permanente effettivo.

Sarà difficile distruggere Sodoma, soprattutto oggi che questo nostro paese sta naufragando dopo la deriva.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 3778