Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Sidebar". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-1". Impostare manualmente id a "sidebar-1" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4161

Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Footer Widgets". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-2". Impostare manualmente id a "sidebar-2" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4161

Notice: wp_deregister_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4161

Notice: wp_register_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4161

Notice: wp_enqueue_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4161
Satisfiction » Santiago e nuvole. Le fantasticherie di un pellegrino solitario
Notice: Trying to get property of non-object in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: meta_post_keywords in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: wpzoom_sidebar in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/header.php on line 108

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 13

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 14
990x27_promo
Recensioni Autore: Stefano Scrima / Ediciclo editore / pp. 168 / €

Santiago e nuvole. Le fantasticherie di un pellegrino solitario

Recensione di Stefano Marullo
Santiago e nuvole. Le fantasticherie di un pellegrino solitario

Un libro come esperienza zen. In fondo c’è qualche passaggio in Santiago e nuvole, in cui sembra risuonare qualche pagina de Lo Zen e l’arte della manutenzione della motocicletta, viaggio della consapevolezza di Robert M. Pirsig. Per manifesto di intenti dello stesso Scrima ad incipit: “Non si parte per fuggire, ma per tornare in noi”. Programma limpido quanto ambizioso. Da subito però con la tentazione di deviare il Cammino classico, procedendo da Nord attraverso i Paesi Baschi, per lambire l’Oceano, fino alla Galizia. Evitando il più possibile contatti con gli altri pellegrini e puntando all’ascesi personale, ma ciò nonostante incontrando volti, in qualche circostanza evanescenti e idealizzati come una ragazza francese con la quale tutto poteva succedere e nulla succederà, e compagni di viaggio come Luca e Chiara con cui invece si condividerà la meta finale. In questo intervallo, la fatica, le riflessioni anche un po’ desolate su se stesso, sul senso dell’esistenza, sulla necessità di guarire dalle proprie ossessioni e il mal di vivere, tra ozio e nausea, parole d’ordine del sillabario scrimaniano, ma anche tra fatica e irrequietezza se non consapevolezza interiore della disfatta. Perché questo viaggio non cambierà la vita del suo protagonista ma gli darà solo gli anticorpi per non atrofizzarsi nel quotidiano morire della routine. Parafrasando quel Camus, autore tanto caro a Scrima, che scrive altrove “l’importante non è guarire ma convivere con i propri mali”. Ecco perché in tutto l’itinerario diventa così importante misurare e misurarsi, anche e soprattutto fisicamente, studiare le proprie capacità di adattamento di fronte ad un’asfissiante regolarità e prevedibilità di un percorso che rimane ammantato di omologazione religiosa. Che importa poi, Santiago non è l’obiettivo, Santiago è il pretesto. Per scoprire che bastava alzare gli occhi al cielo e guardare le nuvole, così maledettamente uguali agli uomini, dinamiche ed effimere. Cos’è in fondo la felicità se non la consapevolezza di ammirare qualcosa che proprio perché finisce è irripetibile? Questo libro racconta molte altre cose che scoprirete leggendo. Dettagli talvolta apparentemente banali che invece si svelano nella loro ricchezza; voci, attese, odori, umori. Tutto raccontato con ineguagliabile leggerezza attraverso una prosa asciutta e accattivante. Con luminosissime e subitanee epifanie di tanti compagni di viaggio eccellenti del pensiero filosofico di cui si nutre Scrima per sua, e nostra, fortuna.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 3743