Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Sidebar". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-1". Impostare manualmente id a "sidebar-1" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Footer Widgets". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-2". Impostare manualmente id a "sidebar-2" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_deregister_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_register_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_enqueue_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196
Satisfiction » Nudi per Baudelaire (e per Chet Baker)
Notice: Trying to get property of non-object in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: meta_post_keywords in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: wpzoom_sidebar in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/header.php on line 108

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 13

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 14
990x27_promo
Extravaganze 15.02.2013

Nudi per Baudelaire (e per Chet Baker)

di

Di quel genio irriverente che risponde al nome di Giulio Questi già vi ho parlato (ricordate il “beverone di Orson Welles”?). I geni, sovente, si annusano come cani da tartufo e finisce poi che vanno a vivere insieme in una bicocca spiritata (per esempio il n. 54 di Rue de Chateau, a Parigi, dove un cincischiato Jacques Prévert dettava sogni alle pareti con la complicità dell’ipertricotico pittore Yves Tanguy, il folletto del Surrealismo) o che, a seconda dei casi, facciano un figlio, una crociata o magari un film… A Questi capitò, con quella avventurosa casualità sbarazzina tipica del Nostro cinema nella sua fase aurea, stringendo un patto con ben due giovani amici, Giuliano Montaldo ed Elio Petri: i tre, tramutati in un leggendario Cerbero fantasma soprannominato Elio Montesti (!), si trovarono- nel 1963- spediti a Parigi, con un biglietto da seconda classe, per girare un “mondo-movie” che doveva seguire le orme di scandalo lasciate dal mitico “Europa di notte” (1959) di Alessandro Blasetti. Ricorda Giuliano Montaldo: “Dovevamo fare un film a bassissimo budget, ed eravamo impegnati a Parigi con tre piccole troupe. Mentre Giulio era il più serio dei tre, io ed Elio ci divertivamo come dei pazzi…Andavamo di notte a girare materiale nei Night furtivamente, perché in quegli anni era vietato entrare nei locali con una macchina da presa”… E così, mentre i futuri padri di “Sacco e Vanzetti” e di “Indagine su di un cittadino al di sopra di sospetto” si sollazzavano nottetempo, in un tripudio di calze a rete, carni rubensiane e piume di struzzo, Giulio Questi passava tre interi giorni al cimitero di Montparnasse, sulla tomba di Charles Baudelaire, nel tentativo di cogliere la giusta luce che illmuminasse, con livida mestizia, quell’adorata lapide…Chissà chi dei tre scovò, in uno scassatissimo teatrino, un compagnia asservita al culto del “Living Theatre”: in questa messe scapigliata di attori farneticanti, scorgiamo, in “Nudi per vivere” (questo il titolo che poi gli appiopperanno i soliti produttori-pescevane) il grande trombettista Chet Baker, già avviato al martirio che lo tramuterà- trasfigurazione definitiva- in una sequoia pasoliniana. Un assolo straziante, che ti entra sottopelle, e che rende necessaria per tutti i cinefagi (e non solo) la disperata ricerca di questa totale, assoluta, celluloidea Extravaganza…


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 3778