Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Sidebar". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-1". Impostare manualmente id a "sidebar-1" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Footer Widgets". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-2". Impostare manualmente id a "sidebar-2" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_deregister_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_register_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_enqueue_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196
Satisfiction » Il trono vuoto
Notice: Trying to get property of non-object in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: meta_post_keywords in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: wpzoom_sidebar in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/header.php on line 108

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 13

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 14
990x27_promo
Recensioni Autore: Roberto Andò / Bompiani / pp. 238 / € 17

Il trono vuoto

Recensione di Nicola Vacca
Il trono vuoto

Al centro de “Il trono vuoto”,  romanzo d’esordio di Roberto Andò, c’è il sonno della politica che genera mostri. Lo scrittore siciliano sceglie i nostri giorni, rappresentati dalla politica senza idee e senza progetti, per il suo romanzo. Nel tessere la storia riesce in maniera realistica e convincente a dare al lettore l’idea del baratro italiano e del disincanto dei suoi infiniti punti di non ritorno.
Enrico Olivieri è il segretario del partito d’opposizione. Uomo di sinistra disilluso, non comprende le strade autoreferenziali che non suggeriscono alcuna via d’uscita. Stanco di vedere l’assenza di proposta del suo partito e della politica tutta, ormai diventata una variabile schizofrenica al servizio dell’ambizione e del potere. Il segretario sceglie la via di fuga. Un giorno scompare, facendo perdere le sue tracce nell’imminenza di una partita elettorale che danno il suo partito in caduta libera. Per l’uscita di scena sceglie la Francia e Danielle, una vecchia fiamma degli anni giovanili. Bottini, il segretario particolare del noto uomo politico, cade nel panico più assoluto quando scopre che il suo datore di lavoro si è eclissato. Come giustificare l’assenza dalle scene della politica di un influente uomo pubblico?
Sembra tutto perduto, la disfatta certa. Entra improvvisamente in scena  Ernani, il fratello gemello del segretario, professore di filosofia, eclettico  irriverente, appena dimesso da un ospedale psichiatrico. Bottini ha un’idea geniale e le cose cambiano. Il professore prende il posto del fratello alla giuda del partito. La sostituzione  si dimostra una mossa vincente. Errani interviene a gamba tesa nella vita pubblica italiana.  Porta utopia e verità nei suoi discorsi, nei comizi cita Brecht. Con le sue riflessioni filosofiche sulla politica spiazza l’opinione pubblica e gli elettori, che sembrano apprezzare il nuovo corso del segretario che ha portato la creatività e l’immaginazione al potere.
Ernani, alla fine, compie il miracolo e  costringe il partito a farei i conti con il proprio nemico: la paura di esistere. Dai sondaggi arrivano buone notizie: i consensi si moltiplicano e il partito vola verso un successo che sembrava compromesso.

Roberto Andò sceglie l’Italia di oggi che annaspa tra crisi economica e impostura della politica per il suo romanzo acuto e intelligente. Lo scrittore è capace di osservare e interpretare con la chiave di una narrazione  incisiva il difficile momento che vive la politica nostrana .
Il romanzo di Roberto Andò è anche un affresco convincente della Seconda Repubblica nella quale “la politica coincide con la necrologia delle illusioni che muove il mondo”. Lo scrittore dal suo romanzo ha appena tratto un film, “Viva la libertà” in questi giorni nelle sale.
Il libro racconta dal vero la politica e le sue passioni irrazionali che ha nel trono vuoto la sua metafora calzante. In fondo la politica, scrive Andò, è solo un giusto dosaggio di paura e illusioni, merda rinfrescata all’acqua di colonia. Niente di più vero.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 3778