Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Sidebar". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-1". Impostare manualmente id a "sidebar-1" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Footer Widgets". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-2". Impostare manualmente id a "sidebar-2" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_deregister_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_register_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_enqueue_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196
Satisfiction » Recensioni
Notice: Trying to get property of non-object in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: meta_post_keywords in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: wpzoom_sidebar in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/header.php on line 108
990x27_promo

Recensioni

Satisfiction propone la prima recensione “interattiva”. Funziona cosí: se la critica di Satisfiction ti convince a comprare il libro, ma dopo averlo letto ritieni che l’entusiasmo di Satisfiction ha deluso le tue aspettative, invia una mail a redazione@satisfiction.me che spieghi perché il libro che Satisfiction ti ha segnalato non era veramente “imperdibile e assolutamente da leggere”: Satisfiction ti rimborserà il prezzo di copertina.

Piersandro Pallavicini, Nel giardino delle scrittrici nude
Piersandro Pallavicini /

Piersandro Pallavicini, Nel giardino delle scrittrici nude

Non è Sara Brivio la protagonista di questo romanzo. Piersandro Pallavicini imbastisce un personaggio ventriloquo che racconta la sua storia – scrittrice, donna, madre di Monica e delle sue amiche, Elena e Fanny: le sue altre personalità, rispettivamente B e C, alla Carl Gustav Jung versione millennio. Non è un romanzo, questo (Nel giardino delle scrittrici nude, Feltrinelli, 2019, pp. [&hellip

Enrico Terrinoni, Oltre abita il silenzio
Enrico Terrinoni /

Enrico Terrinoni, Oltre abita il silenzio

Acrobatico e precisissimo – non c’è acrobata che non lo sia – Enrico Terrinoni si muove sul filo sonoro che varca il silenzio e lo fa risuonare di echi che si propagano nel vuoto sotto di lui. Un piede davanti all’altro e la corda suona, vibra e suona. Attraversando il silenzio, il suo mare inconoscibile. «Il suono e la sua [&hellip

Emil Cioran. L’insonnia dello spirito. Lettere a Petre Ţuţea (1936 – 1941)
Emil Cioran /

Emil Cioran. L’insonnia dello spirito. Lettere a Petre Ţuţea (1936 – 1941)

«Entrambi siamo destinati a protestare in quest’anfratto sperduto del mondo e a conservare, attraverso la sofferenza, l’insonnia dello spirito» scrive Emil Cioran all’amico Petre Ţuţea nel luglio 1937, due mesi prima di lasciare per sempre la Romania per Parigi. Insonnia, che per Cioran fu sempre anche extraspirituale, ma che fu eletta da lui stesso a dimensione esistenziale – estremamente lucida [&hellip

Rachel Kushner, Mars Room
Rachel Kushner /

Rachel Kushner, Mars Room

Rachel Kushner è un’autrice destinata a dividere e polarizzare, e per gli stessi motivi: c’è chi la stima per la sua vicinanza a stili e temi DeLilliani, e chi la critica per una sua eccessiva somiglianza a vezzi e topoi DeLilliani. Resta una delle autrici più ambiziose che ci siano in America: in una recente intervista con TLS, quando le hanno [&hellip

Henry James, Su letti di asfodelo. Lettere a Caroline Fitzgerald
Henry James /

Henry James, Su letti di asfodelo. Lettere a Caroline Fitzgerald

La storia di questo libro (Henry James, Su letti di asfodelo. Lettere a Caroline Fitzgerald, a cura di Rosella Mamoli Zorzi e Gottardo Pallastrelli, Archinto, 2018, pp. 105, euro 18) è legata a una scoperta, una di quelle fortunate e fortunose, come capitano, a volte, e come è capitato all’avvocato e storico dell’arte Gottardo Pallastrelli, che a Parigi è riuscito [&hellip

Stefano Domenichini, Storia ragionata della sartoria americana nel secondo dopoguerra
Stefano Domenichini /

Stefano Domenichini, Storia ragionata della sartoria americana nel secondo dopoguerra

“C’è poco da fare gli individualisti: la pace famigliare non è negoziabile. Se ciascuno cerca di imporre la propria idea di pace, al limite si ottiene una tregua armata, fatti di spazi neutrali e regali antiproiettile. Altrimenti non c’è altra soluzione: metabolizzi esattamente cosa vuole il Tuo Amore per stare in pace e ti adegui.” Book Pride 2019 a Milano [&hellip

Theodore F. Powys, La gamba sinistra
Theodore F. Powys /

Theodore F. Powys, La gamba sinistra

È un romanzo breve, questo di Theodore F. Powys, breve, bucolico, metafisico e folgorante. Ambientato nel villaggio di Madder di Dio, perso nel tempo e nello spazio, seppur, ad occhio, collocabile tra le campagne inglesi del Dorset di fine Ottocento, dove la vita scorre seguendo leggi strane e mutabili, ovvero secondo nessuna legge, dà vita a personaggi che si muovono [&hellip

Loreta Minutilli, Elena di Sparta
Loreta Minutilli /

Loreta Minutilli, Elena di Sparta

Operazione à la Atwood (Il canto di Penelope, del 2005, è stato da poco ripubblicato da Ponte alle Grazie), quella dell’esordiente Loreta Minutilli, che propone un inedito ritratto della bellissima Elena di Sparta (Baldini+Castoldi, 2019, pp.189, euro 17). L’autrice la fa parlare in prima persona in una confessione a tratti spudorata, strada più che mai frequentata dalla narrativa odierna, a [&hellip

Morto che cammina
Irvine Welsh /

Morto che cammina

Se in un’amicizia ci sono degli irrisolti, alla fine, come (e forse anche di più che) in amore, si arriva sempre al fatidico redde rationem. Magari lo si è procrastinato per anni, decenni, ricorrendo a tutte le blandizie e ai non detti di questo mondo. Magari non ci si è addivenuti subito perché qualcuno ha fatto perdere le proprie tracce, passando [&hellip

Nella curva dell’essere. Dalla vita e dal pensiero di Benjamin Fondane
Luca Moccafighe /

Nella curva dell’essere. Dalla vita e dal pensiero di Benjamin Fondane

Benjamin Fondane (1898-1944) – vero nome Benjamin Wechsler – fu poeta, filosofo e cineasta moldavo trasferitosi a Parigi nel 1923, così come fece qualche anno dopo il suo amico rumeno Emil Cioran, il quale offre un simpatetico ritratto di Fondane in Esercizi di ammirazione (1986). Come fa anche Luca Moccafighe attraverso il suo Nella curva dell’essere. Dalla vita e dal [&hellip

Camille Bordas, Come muoversi tra la folla
Camille Bordas /

Camille Bordas, Come muoversi tra la folla

Una delle ricchezze della narrativa americana è la sua capacità di assorbire altre culture e dare loro uno spazio e una risonanza che altrimenti potrebbero non avere. Così in tempi recenti è sempre più frequente trovare scrittori non americani che fanno letteratura americana: dalla cinese Yiyun Li al peruviano Daniel Alarcón, e quest’anno la messicana Valeria Luiselli e pochi anni [&hellip

Tu salvati
Paolo Valentino /

Tu salvati

Un libro vero, una disamina psicologica dei tormenti dell’adolescenza è “Tu salvati” di Paolo Valentino. Attraverso un approccio e uno snodarsi mimetico, si può vivere o rivivere questo critico periodo della nostra vita, per il quale tutti transitiamo o rimaniamo come eterni adolescenti, avviluppati, irretiti, sofferenti da domande di senso, relative alla nostra reale essenza, alla dimensione della vita e [&hellip

Andrea Manzi, Giornalisti all’inferno
Andrea Manzi /

Andrea Manzi, Giornalisti all’inferno

Non perde tempo, Andrea Manzi. Fin dalle battute iniziali del suo primo romanzo ci rivela l’intimità più profonda del protagonista, il giornalista Carlo. Ce lo descrive durante un viaggio in treno, dentro uno scompartimento che è una piccola metafora della società: rapporti formali occhiate guardinghe, dialoghi frettolosi. In questa sostanziale solitudine, dentro la notte simulata dei tunnel, Carlo cade preda [&hellip

ESTRATTO Gordiano Lupi, Sogni e altiforni
Cristina de Vita, Gordiano Lupi /

ESTRATTO Gordiano Lupi, Sogni e altiforni

Un libro che racconta una storia d’amore, un romanzo che parla di calcio e nostalgia, il sapore di un tempo perduto che però non dimentica il presente in cui è inserito, non potrebbe, anche se questo presente sta sullo sfondo. Sogni e Altiforni di Gordiano Lupi e Cristina de Vita, affronta lateralmente anche questo tema, come ricorda Stefano Tamburini nella [&hellip

Gli insaziabili, Sedici racconti tra Italia e Cina
AA. VV. /

Gli insaziabili, Sedici racconti tra Italia e Cina

“In questa rivoluzione, il proletariato ha perso un’anguria ma conquisterà il mondo!” “E che mondo sarà?” “Un mondo dove ci saranno pane e latte, maotai [un famoso liquore cinese, ndr] e sigarette Furongwang, una casa e pure le angurie. E se così non fosse? Ci basteremo noi due insieme, per sempre. E questo è quanto basta”. Sono parole di Wen [&hellip

Le fedeltà invisibili
DELPHINE DE VIGAN /

Le fedeltà invisibili

Le fedeltà invisibili è un romanzo della francese Delphine de Vigan e il primo pubblicato da Einaudi nella traduzione di Margherita Botto. Tutto sommato non è la storia che ci sconvolge: di Théo e Mathis, due adolescenti problematici e sensibili, e non sappiamo se la problematicità stia proprio in questa loro profonda autoconsapevolezza del mondo e di sé stessi; non [&hellip

Joyce Carol Oates, Ai limiti dell’impossibile
Joyce Carol Oates /

Joyce Carol Oates, Ai limiti dell’impossibile

Straordinario vademecum per ripercorrere le varie forme o maschere che la tragedia ha dovuto indossare per declinare i suoi paradigmi letterari, il volume di Joyce Carol Oates, Ai limiti dell’impossibile (il cui sottotitolo recita Forme tragiche in letteratura, pubblicato in questi giorni da Il Saggiatore, pp. 236, euro 24, con la traduzione italiana di Giulia Betti), si presenta come raccolta [&hellip

AA. VV., In punta di penna
AA. VV. /

AA. VV., In punta di penna

Prezioso questo volumetto, il secondo di riflessioni sull’arte della narrativa edito da Minimux Fax, che raccoglie dodici contributi di altrettanti autori americani, tra i più importanti delle ultime generazioni. Da James Salter, che apre il volume, a Denis Johnson, che lo chiude. Curato da Will Blythe, per anni editor per Esquire e ora collaboratore di molte riviste tra cui Harper’s [&hellip

Come un giovane uomo
Carlo Carabba /

Come un giovane uomo

Alcune impressioni sul memoir Da sempre aspettavo che la neve tornasse a Roma. Si apre con questo desiderio il primo lavoro in prosa del poeta Carlo Carabba. Il ‘romanzo’ avrebbe dovuto essere un breve racconto intitolato “Neve” che, a dire dell’autore, sarebbe stato più adatto di una poesia, una poesia sulla morte di Mascia, nel ricordo di lei e del [&hellip

Ivy Compton-Burnett, Più donne che uomini
Ivy Compton-Burnett /

Ivy Compton-Burnett, Più donne che uomini

Niente è quello che sembra. L’unica cosa certa è che a cinquant’anni dalla morte dell’autrice, per Fazi Editori, nella collana “Le strade”, e nella traduzione di Stefano Tummolini, esce nelle librerie italiane Più donne che uomini (More women than men, 1933), della scrittrice inglese Ivy Compton-Burnett. Siamo in un istituto femminile di una prospera cittadina inglese. È l’inizio dell’anno scolastico [&hellip


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 3778