Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Sidebar". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-1". Impostare manualmente id a "sidebar-1" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Footer Widgets". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-2". Impostare manualmente id a "sidebar-2" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_deregister_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_register_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_enqueue_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196
Satisfiction » Bruno Traven
Notice: Trying to get property of non-object in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: meta_post_keywords in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: wpzoom_sidebar in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/header.php on line 108

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 13

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 14
990x27_promo
SatisRetrò 31.01.2012

Bruno Traven

di

Io invece sono ancora a Recuvrance. Mi hanno raccontato che a pochi passi dal monolocale che divido col mio amico Sebastien – 20 metri quadrati e affitto a carico del sussidio RMI – soggiornò un tempo il famoso anarchico Machno. Machno aveva vissuto per un paio di anni in sella al suo cavallo, tenendo l’Ucraina libera da ogni forma di autorità dal ’18 al ’19, con un esercito popolare di migliaia di cavalieri nomadi e rivoluzionari. Poi le cose si misero male, e dovette fuggire attraverso i Balcani, pieno di ferite. Ricucito, arrivò a Parigi. Qui sopravviveva con un lavoraccio in fabbrica e svariati litri di vino al giorno.

 

La nave morta
(Traduzione: T. Pintacuda)
Il libro è stato pubblicato da Baldini Castoldi Dalai

 

Non si sa con certezza quando sia nato (forse e Chicago nel 1890, o nel 1882 a Schiwiebus), ma è dato per sicuro che sia morto il 26 marzo 1969. Si chiamava Bruno Traven, ma anche Ret Marut, forse Berick Traven Torsvan era il suo nome vero. Ma si chiamava forse Otto Frege, ma anche Otto Wienecke, e forse era figlio del kaiser Guglielmo II. Di fatto, nascose sempre la sua identità cambiando spesso nazionalità e lavoro. Nel 1919, con la proclamazione della Repubblica di Baviera entra nel Consiglio Centrale del Soviet, ma alla caduta viene condannato a morte e scompare. Fa il marinaio, viaggia, poi giunge in Messico. Il suo Il tesoro della Sierra Madre (1927) divenne un film diretto da John Huston. Si dice che la sua traduttrice in spagnolo fosse B. Traven stesso. Quasi per certo si sa che negli anni ’60 abitò in Chiapas. Non aveva né casa né soldi da parte, i vestiti sì, quelli indispensabili.

 

 


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 3778