Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Sidebar". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-1". Impostare manualmente id a "sidebar-1" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: register_sidebar è stato richiamato in maniera scorretta. Nessun id è stato impostato nell'array degli argomenti per la sidebar "Footer Widgets". Si utilizzerà il valore predefinito "sidebar-2". Impostare manualmente id a "sidebar-2" per nascondere questo avvertimento e mantenere il contenuto attuale della barra laterale. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 4.2.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_deregister_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_register_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196

Notice: wp_enqueue_script è stato richiamato in maniera scorretta. Gli script e gli stili non dovrebbero essere registrati o accodati prima degli hooks wp_enqueue_scripts,admin_enqueue_scripts, o login_enqueue_scripts. Leggi Debugging in WordPress per maggiori informazioni. (Questo messaggio è stato aggiunto nella versione 3.3.0.) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 4196
Satisfiction » Amore e ostacoli
Notice: Trying to get property of non-object in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: meta_post_keywords in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions/wpzoom-functions.php on line 243

Notice: Undefined variable: wpzoom_sidebar in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/header.php on line 108

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 13

Notice: Undefined property: WP_Error::$parent in /home/plzghlmr/public_html/wp-content/themes/satisfiction/functions.php on line 14
990x27_promo
Recensioni Autore: Aleksandar Hemon / Einaudi / pp. 192 / € 18

Amore e ostacoli

Recensione di Marina Bisogno
Amore e ostacoli

Durante l’ultimo festival letterario di Mantova ha discorso di mondi paralleli e di scrittura, conquistando giornalisti e blogger. È Aleksander Hemon, scrittore nativo di Sarajevo ma in America dagli anni Novanta, finalista al National Book Award e al National Book Critics Circle Award. Il gran parlare è per il suo”Amore e ostacoli” appena pubblicato da Einaudi (traduzione di Maurizia Balmelli). La trama non è lineare: è composta da racconti legati da una matrice autobiografica. Il dettaglio è saltato fuori nelle interviste e si evince sbirciando tra le vicende personali dell’autore che si è definito un americano in prova. In fondo è di questo che il nuovo lavoro racconta. Dall’Africa all’America, passando per i Balcani, l’io narrante delinea, a seconda dei casi un ragazzo – timido, un gran lettore, appassionato di musica, avventuriero – o un uomo. Le donne, schive o disinibite, fanno da corollario, insieme ad amici scanzonatissimi o disgraziati. Hemon scrive anche dei viaggi, della famiglia, di una forma di disagio. E dei luoghi, che sono sì geografia, ma anche mete dell’anima, realizzazione dell’essere, perché siamo anche quel che vediamo e viviamo. Va di scena la vita, la non fiction che diventa materia prima per la letteratura. Una scuola tutta americana o inglese, di gran tendenza specie da un anno a questa parte. Questo è un libro pieno di complicazioni emotive, ma evanescenti, dissimulate dallo stile beffardo e metropolitano di Hemon. E il lettore lo apprezzerà, magari riderà anche, sebbene sia difficile lasciarsi coinvolgere da un personaggio. Qualcuno ha scritto che potrebbe trattarsi di un’opera di formazione. Per me lo  scopo è più intimistico, declaratorio. C’è una ragione che ci sospinge attraverso i giorni: Hemon stava cercando di capire qual è.


Notice: ob_end_flush(): failed to send buffer of zlib output compression (0) in /home/plzghlmr/public_html/wp-includes/functions.php on line 3778